Notte fonda, prima di spegnere il pc vuoi lasciare un tuo pensiero?

magari alla persona che più ami......

Benvenuto nei Pensieri Della Notte

 

Inserisci Un Nuovo Pensiero ........ (Segnala Abuso)

 

 
Noi ci ritroveremo ancora insieme
Davanti a una finestra
Ma molte molte lune in là
E poche stelle in meno
E forse sarai stanco per la corsa del topo
Probabilmente vecchio per inventare un nuovo gioco
Dimmi come t’inganni
E quando avrò i tuoi anni?
Lei ci avrà già lasciato
In fondo a qualche data
Probabilmente a maggio
Ma lei per te sarà meno di un’ombra
L’ombra di un’altro viaggio
Perchè i ricordi cambiano
Come cambia la pelle
E tu ne avrai di nuovi e luminosi
Come le stelle
E comunque vada
Guardami dentro gli occhi
Gli occhi ch’eran bambini
Guardami dentro gli occhi..
 
  Green eyes  |    

 
Amante, t’amo e mi ami e ti amo:
son brevi i giorni, i mesi, la pioggia, i treni,
son alte le case, gli alberi, e siamo più alti,
si avvicina alla spiaggia la schiuma che vuol baciarti,
migrano gli uccelli dagli arcipelaghi,
e crescono nel mio cuore le tue radici di frumento.
Non v’è dubbio, amor mio, che la tempesta di settembre cadde sulla tua testa col suo ferro arrugginito
e quando poi, tra raffiche di spine, io ti vidi camminare indifesa,
presi la tua chitarra d’ambra, e mi misi al tuo fianco,
sentendo che non potevo cantare senza la tua bocca,
che morivo se non mi guardavi piangendo nella pioggia.
Perché le pene d’amore sulla riva del fiume,
perché il canto che in pieno crepuscolo bruciava nella mia ombra,
perché tutto ciò si chiuse in te, fragrante donna di Chillán e riportò il dono e l’aroma di cui aveva bisogno
il mio vestito logorato da tante battaglie d’inverno.

 
  PB   |    

 
Lui e lei s’incontrano nel giorno mentre la città d’attorno sembra nuova.
Lui e lei riscoprono le cose che credevano perdute nella noia.
Tutto il piacere di sentirsi chiedere la propria breve vita,
La frase conosciuta, la storia già narrata.
Lui e lei, a leggere i poeti che nessuno al mondo poi leggerà mai.
Lui e lei, riempire di sospiri lunghe pause di pensieri mentre il suono del silenzio li accompagna...
Lui e lei s’incontrano d’accordo nel consueto vecchio posto d’ogni giorno.
Lui e lei ritrovano ogni cosa che già il tempo ha ricoperto con la noia.
Ed ogni giorno ormai sentirsi raccontare la storia conosciuta,
La frase risaputa, la propria morta vita.
Lui e lei, a leggere un giornale, camminando lungo il viale verso casa.
Lui e lei, riempire di pensieri, lunghe pause piene d’ira mentre il vuoto del silenzio li accompagna.
 
  Lui&lei  |    

 
Buonanotte
A te che sei l amore della mia vita
A te che sei anche la mia rovina.
E ne sono consapevole
Se mi fai ancora del male e perché io
Sono colpevole.
Ma dimmi tu,
dimmelo tu cielo mio
Come posso calmare un cuore
Furibondo
Un cuore che ama
Dal profondo
Come posso non sentire più
Quella vita che gli dai
Solo tu.
Come posso guardarti
E non tremare
sfiorarti e smettere di respirare.
Come puoi farmi così tanto male?
È naturale?
Se chiudo gli occhi vedo un finale
Io e te su un altare,
Se chiudo gli occhi e mi risveglio
La realtà la vedo meglio.
Se te ne vai anche questa volta
Sarà l’inferno
Ma se rimani e non mi ami
È peggio.
E L’inferno a pari sarà un sacrilegio.



 
  Pu  |    

 
Buonanotte amore mio..
Stanotte non te lo dico..
Mi son chiesta cosa volessi davvero
È cosa mi fa stare bene
Sicuramente sono i tuoi occhi
La tua pelle,il tuo viso che osservavo in silenzio
Nelle notti passate insieme
Le notti in cui mi dormivi affianco
E quelle in cui eravamo svegli..
Mi sono chiesta, finita la notte e arrivato il giorno
Cosa rimanesse..
Le bugie e le promesse
I sogni che hai costruito
I sogni che hai distrutto
Le lacrime, e il cuore squarciato a metà..
Dopo aver dato tutto
Semplicemente tutto di me.
E cosa posso darti adesso?
Se non un cuore freddo,
Rotto, malato.
posso solo darti la mia rabbia,il mio rancore,
Il male ricevuto.
Il mio amore per te brancola nel buio
Nella disperazione, contro voglia.
E seppur sei l’amore più grande della mia vita
Sei il mio peggior incubo.

Guarda la luna questa notte
Tu dici sei la mia luna
io ti dico che sei il mio sole
Ma la luna é oscura
E il sole é malato

Così come noi
Un amore malato
Un amore che non c’è la fa,
Lasciato ai suoni del vento
Libero di andare dove vuole
Che lo puoi solo osservare da lontano
Come quando ci ritroviamo
E gli altri si accorgono che ci vogliamo..

Lascia l’amore così com’è
Lascialo libero,
Lasciami libera,
Se amare col cuore non ti riesce
Ma fallo con leggerezza,ti prego.
E con leggerezza ti dimenticherò
 
  Fede  |    

 
L’ultimo suono del tuo addio,
mi disse che non sapevo nulla
e che era giunto
il tempo necessario
di imparare i perché della materia.
Così, tra pietra e pietra
seppi che sommare è unire
e che sottrarre ci lascia
soli e vuoti.
Che i colori riflettono
l’ingenua volontà dell’occhio.
Che i solfeggi e i sol
implorano la fame dell’udito.
Che le strade e la polvere
sono la ragione dei passi.
Che la strada più breve
fra due punti
è il cerchio che li unisce
in un abbraccio sorpreso.
Che due più due
può essere un brano di Vivaldi.
Che i geni amabili
abitano le bottiglie del buon vino.
Con tutto questo già appreso
tornai a disfare l’eco del tuo addio
e al suo posto palpitante a scrivere
La Più Bella Storia d’Amore
ma, come dice l’adagio
non si finisce mai
di imparare e di dubitare.
E così, ancora una volta
tanto facilmente come nasce una rosa
o si morde la coda una stella fugace,
seppi che la mia opera era stata scritta
perché La Più Bella Storia d’Amore
è possibile solo
nella serena e inquietante
calligrafia dei tuoi occhi.

Luis Sepulveda
 
  Ciao POETA  |    

 
Mi manchi..
 
  Femmes  |    

 
"Ho sempre avuto fame di affetto, io. E mi sarebbe bastato riceverne a piene mani anche solo una volta. Abbastanza da dire: grazie, sono piena, più di così non ce la faccio. Sarebbe bastato una volta, una sola unica volta"

Haruki Murakami
 
  Haruki  |    

 
Sei “tornato” perché? Per dirmi che ti manco?
Ma io sono una folle.
Perché ti assecondo
perché mi lascio andare da quello
Che provo per te.
Prima mi hai tradita e poi mi hai lasciato
Mi hai fatto a pezzi,
hai preso ogni cosa dentro di me
È L hai disintegrata.
Devo dirti questo?
Quando adesso per te e come se niente fosse successo? Quando mi chiami con il nostro nomignolo..
Devo raccontarti i mesi in cui tu non c eri,
Quando sono rimasta chiusa dentro casa
Quando per non farmi sentire piangevo in macchina da sola
Quando per dormire mi calavo più di 30 gocce di calmanti ogni sera
E il giorno dopo ero stordita
Ho calpestato me stessa per te
E tu adesso torni come una spina lenta e profonda
Ma stavolta io non mi faccio affondare
Io mi amo di più oggi
E devo farlo
Perché tanto stare con te o senza di te
E la stessa cosa
È mai più nella mia vita permetterò ad uomo di ridurmi così,mai più.
E anche se adesso ne portò ancora gli strascichi
Non rimango più immobile nel silenzio e nel buio.
Non posso odiarti ma posso amarmi di più.
 
  Chicca  |    

 
Scelgo Te
 
  W  |    



pagina 1 di 19091 2 3 4 5 6 7 8 9 10   





Traduci questa Pagina - translate this page
  
  Da - A


© Leperledelcuore.it 2010 - Note Legali