Invia Una Tua Poesia - Note legali - Regole per l'inserimento ( Nuovo servizio Autori del Sito INFO e Iscrizione )

Online users : 3 // 13/07/2020

    Totale Poesie : 7750    type="text/javascript">

Attiva la Sezione Autori del Sito.......Iscrizione Clikka Qui!...............Le poesie approvate saranno entro 24 ore visibili  anche in home Page del sito!!..................

trovare amore -- Scritta da -- stefano medel

Trovare
L’amore è difficile da trovare,
non è una cosa facile da reperire,
al giorno d’oggi,
è una merce rara,
e quanta strada bisogna fare,
per trovarlo;
il vero amore,
quello con i sentimenti,
quello che coinvolge tutto
l’essere,
non è uno scherzo trovarlo;
adesso l’amore,
è quasi sempre una manifestazione
falsata,
un calcolo,un interesse economico,
un espressione che denota benessere
economico  e opulenza,
e dove non ci sono i soldi,
tutto finisce male;
il vero amore invece,
non è reperibile così
semplicemente,
in un mondo brutto,
come quello odierno,
bisogna cercarlo con fatica,
e si prende dove lo si trova,
l’amore è raro in questo mondo,
pieno di odio,
di crudeltà,
di cattiveria,
di cinismo.

verità -- Scritta da -- stefano medel

Le solite verità
La verità fa paura,
la verità rompe sempre
un po’ le scatole,
la verità
offende spesso  e volentieri,
e non si può mai dire,
bisogna nasconderla,
la verità è segreta,
e solo noi sappiamo il vero,
su di noi,
sappiamo cosa facciamo,cosa siamo,
le nostre idee,la nostra storia
la gente non sa un cavolo,
parla con la lingua e da fiato fuori,
senza sapere ,
senza capire niente,
ognuno si porta
il suo segreto,
la sua esistenza,
la sua storia,
la verità,
la verità.

sei come un aurora -- Scritta da -- stefano medel

Aurora
Sei chiara come un aurora,
sei forte come la luce
primigenia,
che rompe la tenebra
al mattino presto,
sei piena di vita,
come l’aurora,
che avanza lesta
e porta il giorno,
e tu non ti fermi,
sei esuberante,
piena di vita,
scattante come un raggio
lucente,
che entra in casa,al mattino;
aurora
aurora,
sei potente,
e illumini la
mia esistenza,
scacciando le nuvole
dei pensieri
e la nebbia
della mia tristezza,
aurora.

siamo rimasti qui -- Scritta da -- stefano medel

Siamo riamasti noi,
mentre il mondo non lo sa,
è là in fondo,
da una parte,
chiuso  indifferente,
e non capisce niente,
e non vuole sapere,
né vedere;
siamo rimasti noi
in mezzo alla notte buia
che fa un po’ paura,
gli altri,
sono andati,
scomparsi,
perduti
nel tempo,
negli anni
e siamo rimasti qui,
tra l’indifferenza della gente,
la pochezza del sociale,
la meschinità del sistema,
siamo rimasti soli qui,
il tempo è corso via
rapido e tiranno,
i giochi sono fatti,
e siamo rimasti noi,
né santi,né eroi,
in questo brutto mondo,
dai giochi sporchi,
che bara sempre,
che cerca di fregare,
mentre cerchi di essere libero,
di trovare uno spazio,
un mondo tuo;
siamo rimasti noi qui,
e non ci vedi,
non lo sai.

viso -- Scritta da -- stefano medel

Viso
Guardo spesso
Il tuo bel viso ovale,
così sodo,
così paffuto,
con le tue gote grandi,che
ti danno un faccione fotogenico,
il tuo nasino pronunciato,
alla cleopatra,
il tuo mento,
e gli occhi,
vivi e ridenti,
un po’ fuggitivi
un po’ tristi,
a volte accigliati,
a volte furenti,
o calmi e radiosi,
a seconda del tuo umore del
momento;
il tuo viso,
che mi dà serenità,
che mi piace scrutare,
che mi porto nella mente,
qaundo non ci sei,
il volto dell’amore.

viso -- Scritta da -- stefano medel

Viso
Guardo spesso
Il tuo bel viso ovale,
così sodo,
così paffuto,
con le tue gote grandi,che
ti danno un faccione fotogenico,
il tuo nasino pronunciato,
alla cleopatra,
il tuo mento,
e gli occhi,
vivi e ridenti,
un po’ fuggitivi
un po’ tristi,
a volte accigliati,
a volte furenti,
o calmi e radiosi,
a seconda del tuo umore del
momento;
il tuo viso,
che mi dà serenità,
che mi piace scrutare,
che mi porto nella mente,
qaundo non ci sei,
il volto dell’amore.

amore vivo -- Scritta da -- stefano medel

Amore vivo
Quello che provo per te,
si è fortificato nel tempo,
il mio amore non è diminuito,
anzi è accresciuto,
e non è un giorno che ci conosciamo;
si dice che il sentimento finisce,
termina,
e a volte succede,
in vari casi;
ma non è così per me,
quello che provo per te,
è forte come la prima volta,
a volte l’amore non finisce,
a volte,è perenne,
eterno,
una sorgente sempre viva,
sempre possente;
per te sento sempre qualcosa di forte,
e sono sempre più affezionato,
anche se non ci pensi,e
non lo sai,
o non ci badi;
amore per te,
amore vivo,
amore sempre.

la casa in cima al mondo -- Scritta da -- stefano medel

La  casa in cima al mondo
Sempre ho davanti agli occhi,
la tua casa in cima al bricco,
sopra il paese,
nella vetta,
dove c’è il centro storico,
con la vecchia chiesa,
il castello medioevale,
e il selciato di ciottoli,
tutto lastricato;
la ssù ci sei tu,
nella casa piccola,
che tanto ti somiglia,
con vecchie bici abbandonate,
antiche sedie un po’ sdrollate,
dei giocattoli abbandonati,
sacchetti e roba varia;
questa  e la tua casa,
dove vengo volentieri;
con la sala cucina,
la stufetta a bombola,
la tua credenzina,
i pelusche,
la tavola con sopra roba,e dolci,
piccolo mondo,
il tuo mondo,
che riflette quello che sei;
due cuori e una capanna,
e ci salgo volentieri,
anche se fa freddo,
per stare con te,
per parlarti,
vederti;
e quando me ne vado,
ti perdo un po’,
e mi sento triste,
e non vedo l’ora di rivederti,
di tornare.

ospedale -- Scritta da -- stefano medel

Hospital
Ospedale,mattino;
sale sparso per terra,
freddo maligno,
le colonne bianche con
la pensilina,
un ambulanza carica
un malato,
macchine ferme,
scendono persone,
via,vai di gente,
ingresso pieno,
chi sale in ascensore,
chi si siede,
chi và alle macchinette dei caffè,
dottori passano svelti,
infermiere indaffarate,
guizzano via veloci;
guardo la gente che passa,
che parlano,
dicono,
visitano i malati;
crocevia di gente,
porto di mare,
chi và,
e arriva;
vita che passa e và.

albeggiando -- Scritta da -- stefano medel

Albeggiando
Ore piccole,
mattino presto,
silenzio nel cortile,
quasi le sette,
un vicino tossisce,
nuvole ottenebrate
dai resti della notte,
ancora scuro,
vetri appannati,
non si vede nulla,
guardi la sveglia,
un freddo cane,
accendere la stufa,
un lampione ancora acceso,
quiete,
albeggio,
rumore di water ,
scroscio d’acqua;
si dorme ancora,
dalla strada
non passa nessuno,
macchine gelate,
la luce si fa largo
con flemma studiata,
e fuga la tenebra;
giorno
lentamente,
lentamente.
Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... > »     Totale Poesie : 7750   



© Copyright Leperledelcuore.it ©