Invia Una Tua Poesia - Note legali - Regole per l'inserimento ( Nuovo servizio Autori del Sito INFO e Iscrizione )

Online users : 2 // 23/01/2022

    Totale Poesie : 7846    type="text/javascript">

...............Le poesie approvate saranno entro 24 ore visibili  anche in Home Page del sito!!..................

Amore -- Scritta da -- jo

Ciao, mi chiamo “amore” e so che non mi credi più. So di averti deluso e dimostrato che spesso non regalo gioia ma dolore. Io non so perché di me si fa tanti usi diversi; c’è chi mi accetta così semplicemente per quello che sono, chi mi rispetta e purtroppo c’è chi mi usa e mi getta. Non posso prometterti che non ti imbatterai mai più in un falso che usa il mio nome per arrivarti al cuore e poi spezzartelo, ma posso solo pregarti di non smettere di cercarmi, di credere nella mia esistenza! Ti giuro anima delusa che in qualche parte del mondo, in un angolo nascosto, sotto milioni di lacrime io sto proprio cercando te! Te così come sei, te che cerchi disperatamente me così come sempre mi hai sognato!

Emozionarmi di te... -- Scritta da -- Pino Cuomo

Mi ritrovo qua, come tutte le sere,
per scriverti due righe, così per parlare un pò con te…
Su di un foglio che non avrà mai fine,
scrivo per emozionarmi di te…
Sensazione sublime, di una notte di incanto,
dove abbracciati, giurammo per sempre.
Non riuscivamo a tenere le mani che curiose sfioravano
I nostri corpi.
Il tuo respiro, il tuo cuore pulsante nel mio.
I tuoi meravigliosi occhi…
Il tuo inebriante profumo…
Sembra ieri, eppure sono passati tanti anni,
ma tu sei sempre nei miei ricordi.
Mio meraviglioso piccolo sogno,
nato da una dolce melodia di primavera.
Nata così per caso, con una stretta di mano.
Ti ritrovo tutti i giorni alla nostra fermata del bus,
Il nostro saluto è solo un timido sorriso…
Nessuno deve sapere,
I nostri occhi gridano in urla senza voce…
Ti amo! Ti amo! Per sempre…
Socchiudi gli occhi mentre ti allontani…
Stringo i pugni quasi a ferirmi,
abbasso la testa e in compagnia delle mie lacrime, vado via….

Betty Ting Pei, Mademoiselle Lee Jun-fan -- Scritta da -- Marcello Vallefredda

Betty  Ting Pei, Mademoiselle Lee Jun-fan


Betty  Ting Pei,
assiduo richiamo, accompagna il tenue fremito del tuo nome,
sfiora con la delicatezza di  carezze sensuali ,
lascia che il  mio sonno si adagi assopito, inseguendo le sfumature della tua visione. 



Mademoiselle Lee Jun-fan,
dissuadi e confondi i preludi degli  itinerari, che ispirano le lacrime nostalgiche dei miei  corrotti  pensieri,
illusioni  che si dissolvono in malinconiche retoriche inseguendosi fra le macerie di tortuosi sentieri

Betty  Ting  Pei ,
mi lascerò sopraffare  dalle  terrificanti tragedie  di un inaudito dolore,
come luce che si affievolisce  nelle  tenebrose trame oscure di tetre  penombre di  un incompiuto  amore.


Mademoiselle Lee Jun-fan ,
spasmodico il tempo  si dissipa in se stesso rauco e  fugace,
demarcato e violento,  nel  proprio impeto impulsivo e vorace.

Betty Ting Pei  Mademoiselle Lee Jun-fan,
da dilagante confusione  mi lascerò lacerare e seppellire,
nell’accingersi della morte  mi lascerò avvolgere e deperire

luigi -- Scritta da -- dade

Le tue orecchie, le mie ali morbidissime, alle quali ogni giorno speranzoso mi aggrappo per volare e sentirmi invincibile! Mi basta guardarle, accarezzarle per sentirmi subito meglio, forte e rassicurato, protetto e coccolato, pronto a riprendere la vita che delle volte mi scappa dalle mani, ebbene Tu attraverso queste Tue potenti e possenti Ali mi aiuti a riacciuffarla!

Raccontami di te -- Scritta da -- Roberta Corimbi

Raccontami di te
rotonda luna.
Quali sono
i tuoi pensieri
tu spettatrice
dei nostri sogni
gioie e affanni.
Raccontami di te
seducente luna
quando
per gli amanti
sei luce
e sentimento
e per i poeti
sei idillio
ed emozioni.
Raccontami di te
luminosa luna
quando
tra miliardi
di stelle
tu rifletti
del sole la luce
così che nel buio
appari più bella.
Raccontami
quali sono
i tuoi pensieri
splendida
rotonda luna.

Raccolgo conchiglie -- Scritta da -- Roberta Corimbi

Raccolgo conchiglie
sulla sabbia bagnata.
Piccoli e bianchi
ricordi del mare.
Porto via conchiglie
e lascio pensieri.
Mi metto a nudo
con il mare
spaziando
con la mente
ed il cuore.
Raccolgo quiete
e conchiglie
mentre ascolto
il rumore del mare.

Un silenzio assordante -- Scritta da -- Roberta Corimbi

Un silenzio
assordante
mi circonda.
Un tram,
un clacson
abbai di cani
voci di bimbi
gente che parla.
Rumori tanti
neppure fastidiosi.
Non li sento.
C'e solo silenzio
assordante
per me.
Perché
l'unico rumore
che sento
è la tua voce.
Ma non c'è.

se ci pensi -- Scritta da -- dade

e ci pensi a tutti gli anni buttati,ti accorgerei di quello che hai fatto, e ti renderai conto che non è stato abbastanza. Ti ricorderai di questi giorni un po vuoti, quando sentivi la vita passarti accanto ma non te la sentivi dentro. E di quando la vita ti colpiva, e tu diventavi parte del mondo e andavi avanti con lei. Ti ricorderai di queste emozioni accelerate, di quando sentivi troppo, o troppo poco. Quando guarderai l’orologio e penserai che quelle maledette lancette han girato in fretta, troppo in fretta, e tu non avrai ancora capito come farle tornare indietro. Perché tu vorrai tornare indietro. Perché ti sembrerà di non aver visto abbastanza. Di non aver vissuto abbastanza. Ti ricorderai di quello che hai fatto però ricorderai meglio quello che non hai potuto fare, e allora inizierai a tornare un po’ bambino, adolescente. Quando vorrai avere di nuovo la stessa forza, la stessa energia e lo stesso tempo che avevi prima e che tu non hai assaporato abbastanza. Quando davanti a un tramonto ti fermerai e penserai a quando è stata l’ultima volta che l’’hai sentita. Ti ricorderai e penserai che forse quel tramonto non l’hai vissuto abbastanza. Ci ricordiamo sempre di quello che è stato. Ci ricordiamo di più di quello che sarebbe potuto essere. E di colpo ci sentiamo così inutili, come se tutto il tempo della nostra vita l’avessimo buttato. È così che ci renderemo conto di essere cresciuti, cambiati, invecchiati: quando tutto il tempo che abbiamo avuto sarà sinonimo di rimpianti e ci dimenticheremo che però non ci siam pentiti di quello che è stato.

punto -- Scritta da -- enzo nugnes

punto

anch'io
sarò un punto.
infinito.

Il quadro senza colori -- Scritta da -- Pino Cuomo

Buio senza colori,
come la mia vita, da quando sei andata via.
Insieme iniziammo a dipingere il quadro più bello del nostro amore.
Il Maestro che insegnava alla sua allieva,
l’Arte di dipingere, l’incanto su di una tela…
Litigavamo per un sole che doveva risplendere di più.
Mi piaceva sporcarti con i colori della luce,
I tuoi occhi, meravigliosamente belli.
Mi perdevo nel tuo sguardo,
Ammaliato dal tuo sorriso,
le mie mani nelle tue.
Sfiorarci in sussurrati baci,
tutto era bello e la luna assonnata ci teneva compagnia,
Illuminando la stanza appesa al nostro cielo, come una piccola lanterna.
Amore mio,
mio respiro,
nel buio di questa nera notte,
apro gli occhi al mondo che piange con me…
Nel buio di questa misera e vuota stanza,
mi ritrovo a dipingere su di una tela un amore che non c’è,
miscelando colori senza luce, Insieme alle mie lacrime.
Domani ti rivedrò, come sempre…
Vedrai…Saremo buoni amici!
Come dici tu…
Ma il mio stupido cuore, non lo ha mai voluto accettare.
Fingo un forzato sorriso nel vederti…
Stringo i pugni nelle tasche, quasi a ferirmi e senza voltarmi,
vado via….
Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... > »     Totale Poesie : 7846   



© Copyright Leperledelcuore.it ©