Alle porte del mare -- Scritta da -- Giovanni Minio

Fu alle porte del mare,
che i sorrisi vennero giù.
Fu nelle spiagge assolate,
che mi parlasti al cuore
e quando tornò l’amore,
il mio spirito era con te.
Con te, che sempre ho sognato,
con te, anima mia bella!
Ora, nel firmamento,
ora, in ogni momento,
ho te!
E corro tra le fronde, nel vento,
e corro spiazzando il tempo,
tempo di vivere, tempo d’amare,
tempo di sorridere e di scherzare.
La luce appartiene al giorno
ed ora s’è fatto dì…
Dì pure le tue cose,
dedicami delle parole
e spazza via le noie e l’abbandono,
perché tu sei un grande dono
per me!
Si sentiranno le grida,
impazzeranno le gioie,
perché le grandi voglie
nascano in me!
Battono fiori infiniti,
sopra gradini eccelsi,
battono persino i gelsi,
le mani per me!
Trasbordano i tulipani,
ululano i lupi,
nella notte assatanata,
perché s’è squarciato il cielo,
perché non c’è più il gelo,
dentro me!

Un canto d'amore -- Scritta da -- Pino Cuomo

Ogni mattina il piccolo usignolo,
delizia il silenzio dell’imbrunire, con il suo canto.
È felice del sorgere del sole
e dell’incanto del creato.
Le possenti chiome degli alberi,
si inchinano al passaggio del maestro vento,
scuotendo le foglie come tanti piccoli campanelli.
Gli uccellini come dei piccoli orchestrali,
si preparano per una nuova sinfonia.
Lentamente seminascosto all’orizzonte del mare,
Il sole, saluta il mondo con il suo faccione,
sussurrando un bacio, alla sua dolce luna assonnata,
che lentamente scompare, nel chiarore di uno scenario da favola.
È la magia della natura, con le sue creature, i suoni, i colori…
è l’insieme di meravigliose sensazioni,
è l’incanto, del nuovo giorno che nasce…

Certi Occhi -- Scritta da -- Dade

Certi occhi non sono belli perché sono belli,sono belli per quello che c’è dentro,anche per il dolore di sottofondo,anche per quello che hanno visto,anche per quanto hanno pianto,
e i tuoi occhi hanno visto di tutto:lacrime,occhi lucidi, occhi vuoti,spazi da riempire,abbandoni da ricordare,
notti buie,i sorrisi spezzati dalle frasi non dette,
gli abbracci mancati,i ritardi, le accuse,
le persone diverse da te che non sanno riconoscerti;
tu con quegli occhi hai visto le cose precipitare e ritornare a posto e poi precipitare ancora,fino a non sentire più le gambe,
brividi invisibili ti attraversavano e poi scomparivano per sempre;tu con quegli occhi hai visto il sole rifiutarsi di sorgere
sulle tue giornate più fragili e ogni cosa diventare polvere,
e non poterci fare niente,hai visto amici andare via e non tornare mai più
Certi occhi non sono belli per come sono,ma per come sono stati tristi quando da bambina qualcuno diceva il tuo nome
e tu abbassavi gli occhi e piangevi e piangevi senza piangere.

Ogni mattina -- Scritta da -- Giovanni Minio

Ogni Mattina


Il sole era grigio nei giorni d’Estate!
I gatti piangevano su per il dirupo,
mentre un suono cupo,
veniva giù per la montagna.
Chi si lagna
e chi scrive alla lavagna,
ma niente bagna
così i ricordi,
come quell’attimo d’amore.
Scaverò nei processi più reconditi dell’animo umano,
per dipanarne le risa
ed interpretare a spada tratta,
I suoi misteri.
Poi scriverò bandiere trasparenti,
dove tutti potranno vedere il paese nemico,
senza inganno ne dispiacere
e fare delle frasi a lui affini.
Bacerò i piedi della lontananza,
perché è la distanza che ci separa,
come quando entra Lei nella stanza
ed i suoi occhi s’immergono nei miei.
Cavalcherò le onde del mare,
per vederti vicina.
Ed infine, ogni mattina,
ti bacerò! Anima mia!

Forse tu non lo sai che ti amo. -- Scritta da -- dade

.

Ti amo perché mi conosci. Amo il modo in cui dici il mio nome. Amo il tuo sorriso, la tua risata. Amo noi che stiamo bene assieme. Amo i nostri discorsi notturni di pura follia. Amo il fatto che ti preoccupi, anche se a volte fin troppo. Amo te che non ti imbarazzi mai. Ti amo perché sei la mia speranza. Amo come i tuoi occhi brillano quando parli delle tue passioni. Amo il tuo essere un po' triste,forse lo sei troppo spesso. Amo quando mi fai fare quel sospiro inaspettato. Ti amo e so che ti fidi. Amo noi due che siamo i migliori.  Ti amo perché mi posso confidare e tu mi supporti sempre. Amo tutto di te, compresi i tuoi difetti.
Semplicemente, ti amo.

Sembra ieri... -- Scritta da -- Pino Cuomo

Sembra ieri…
Le nostre corse, io, la tua roccia, la nostra gioventù.
Quercia temeraria, sfidavo la tempesta del mare, per poi raggiungerti.
Tu, la mia Ninfea, creatura divina, sinuosa, meravigliosamente bella.
Tu, la mia lanterna nella notte, la mia luce, la mia linfa vitale, aspettavi con fiero portamento il mio rientro.
Insieme, ci caricavamo con forza il pescato, che generosamente il mare ci donava
nelle sue creature argentee…
La possente barca che osò sfidare le tempeste, è ormai un vecchio rudere, dove  si legge a mala appena, un nome sbiadito dalla corrosione degli anni…
Un nome, a testimonianza di un passato…  ”Raggio di luna” …
Quel raggio, che mi indicava nella buia notte, la strada del rientro a casa.
Ora, ci ritroviamo abbracciati come la prima volta, ma inesorabilmente cambiati nel tempo.
Ti stringo la mano tremante, baciandoti dolcemente…
Occhi negli occhi, mi rispecchio nel nostro meraviglioso mondo, della nostra gioventù.
Le nostre corse sulla nostra spiaggia, sono ormai un ricordo del passato, che ci fa rivivere in foto sbiadite,
adagiate nella polvere di un vecchio comodino.
Ti salutiamo amico mare, tu che ci fai rivivere i momenti della nostra vita.
Come spettatori di un film meraviglioso, nell’ incanto di una scogliera
bianca come le ali di un angelo.
Quel giovane angelo che per amore di un raggio di luna, osò sfidare
la potenza del mare.

Chiedersi -- Scritta da -- Dade

Chiediti da quanto non fai qualcosa per il semplice gusto di farla,
da quanto non ti dedichi a quelle cose per le quali il tuo cuore batte a ritmo.
Chiediti da quanto non scegli di "sprecare" consapevolmente il tempo facendo qualcosa che per gli altri non serve ma che a te fa sentire vivo
Chiedersi il senso delle cose, delle volte fa paura,
ma allo stesso tempo è l'unico modo per capire verso quale direzione si sta andando.
Chiedersi il senso del cose serve a motivarsi, oppure a motivarsi a cambiare.

L' Immenso -- Scritta da -- Pino Cuomo

Nell’ immensità del sorgere del sole,
si ritrovano i colori della terra.
Si abbracciano felici e si intersecano
dall’imbrunire della buia notte…
Un pittore immaginario,
che dipinge su di una tela che non c’è,
lo spettacolo della natura,
trasformandola,
in un appagato sorriso….
E’ il giorno che nasce…..

TI ASPETTERO’ -- Scritta da -- Pino Cuomo


Ti aspetterò lungo i sentieri del mondo,
dove tutto è irreale.
Ti aspetterò su di una nuvola, la più alta.
Sono impaziente,
Provo l’emozione della prima volta.
Nell’ attesa, stacco un pezzo di nuvola,
modello un cuore,
Lo lascio volare nell’infinito.
Ti aspetterò oltre i confini del mondo,
dove tutto risplende nei colori
più meravigliosi e armoniosi.
Amore mio,
nell’incanto dei tuoi occhi,
scriverò la mia più bella poesia
nel libro dei sogni.
Petali di rosa, in una pioggia
profumata ti accompagnerà a me,
è nel nostro abbraccio,
lasceremo nel cielo un cuore,
a testimonianza del nostro amore
nell’incanto di un tramonto,
che non avrà mai fine…

Il treno -- Scritta da -- Dade

Secondo me le persone non si siedono a caso sul treno. C’è chi cerca di sedersi sempre verso la destinazione e chi verso il punto di partenza. Chi guarda scorrere il paesaggio in avanti, chi indietro. Il primo è qualcuno che vuole andare dritto verso la sua meta, qualcuno che ha grandi sogni e progetti, qualcuno che non ha un passato in mezzo ai piedi che ancora lo trattiene, qualcuno che ha fretta di crescere e diventare grande; il secondo è qualcuno che ha qualcosa, là dietro, che ancora non si è messo a posto, qualcuno che vuole sempre capire tutto per bene e non si lascia mai scivolare addosso le cose, qualcuno che ha ricordi disseminati dietro di sé con cui ama crogiolarsi e tenersi compagnia.”
: ...