LE PICCOLE DANZATRICI



Deserto, salvo qualche pallida stella, il cielo
Sogna; e deserta, sotto, la piccola strada
Si ritrae nella sua ombra, segreta e schiva.
Il sordo frastuono quasi non penetra in questo tranquillo rifugio;
Tutto buio, salvo dove si riversano raggi di luce
Dalla finestra d'una taverna: li, dietro il ritmo vivace
D'un organetto che suona allegro in fondo a un vicolo,
Due bambine, tutte sole e senza spettatori,

Reggendo le vestine sbrindellate, per aerei meandri
Di moto, lievemente seguiti con agili piedi,
Danzano composte: si guardano faccia a faccia,
Occhi scintillanti, gravi di compiuta letizia.

<--- Indietro alla Categoria