Sonetto 42



Che tu abbia lei non č tutto il mio tormento
eppur si sa che l'ho teneramente amata;
ma che lei abbia te č quanto pių m'accora,
una sconfitta in amore che mi brucia dentro.
Amabili colpevoli, cosė voglio scusarvi:
tu ami lei perchč ben sai ch'io l'amo;
e cosė per amor mio ella pure m'inganna
lasciando che il mio amico l'ami per amor mio.
Se perdo te, tal perdita č per lei un vantaggio
e se perdo lei, č il mio amico a trovar tal perdita:
entrambi vi trovate ed io vi perdo tutti e due
e voi, per amor mio, m'infliggete questa croce.
Ma eccone la gioia: lui ed io siamo una sol cosa:
o dolce inganno, ella dunque ama me soltanto.

<--- Indietro alla Categoria